• newsletter n. 37/2012 – Quarantaquattro gatti in fila per tre, col resto di… cinque. E di origine straniera.02-11-2012

    di Angelica Bertellini
    Nell’articolo Bimbi stranieri con i più piccoli (Gazzetta di Mantova, 20/10/2012) la Gazzetta di Mantova riferisce di quello che sembra essere un caso di discriminazione istituzionale avvenuto nella frazione viadanese di Cigognara – Cogozzo, dove alla scuola dell’infanzia sono state riviste le composizioni della classi.

  • newsletter n.35/2012 – la gente di lunetta04-10-2012

    di Maria Bacchi
    Dispiace che la Gazzetta di Mantova (Lunetta il Pd chiede il commissariato, 2/10) riferisca in modo tanto univoco l’animata discussione che si è tenuta domenica sera nella vecchia palestra di Lunetta. E’ vero, la proposta lanciata dal Pd è stata quella di un commissariato mobile per “scoraggiare gli episodi di microcriminalità”, ma la discussione aperta dal criminologo Luigi Caracciolo, dalla dottoressa Gloria Costani, medico di base nel quartiere, da Claudio Spaggiari del Comitato Peter Pan è stata di ben più ampio respiro

    Categorie:
  • newsletter n.35/2012 – vogliamo la luna (?)04-10-2012

    di Guido Cristini
    Il quartiere di Lunetta è problematico per molti motivi. Da un punto di vista generale si può definire un “quartiere periferico”, che si vive più separato dalla città di quanto la breve distanza dal centro storico non autorizzi a credere. Esiste, è vero, una cesura strutturale, morfologica, che deriva dalla presenza del Lago Inferiore e da una concezione urbanistica che lo rende un unicum e lo identifica in prevalenza come quartiere ‘povero’ e degradato.

    Categorie:
  • newsletter n.33/2012 – “baby gang” e responsabilità adulte. appunti su una storia di quartiere06-09-2012

    di Maria Bacchi
    Lunetta pare messa sotto assedio da una “baby gang”, come viene definita dalla stampa, di cinque ragazzi. Una banda di minorenni, a quanto sembra. Per ‘minore’ la Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia intende chiunque non abbia ancora compiuto i diciotto anni d’età.

  • newsletter n.32/2012 – profughi. la certezza dei diritti30-08-2012

    Nell’immediato dopoguerra, tra il ‘45 e il ‘47, l’Italia in macerie seppe accogliere centinaia di migliaia di profughi: ebrei da tutta Europa scampati alla Shoah, uomini e donne giuliano dalmati e moltissimi altri che la guerra aveva lasciato senza alcun punto di riferimento. Tra il 1991 e il 1995 circa 70 mila persone in fuga dalle guerre di disgregazione della Jugoslavia sono state accolte nel nostro Paese.

  • newsletter n.30/2012 – nessuna forma di discriminazione è ammissibile nell’accesso all’alloggio per stranieri09-08-2012

    di Davide Provenzano ed Emanuele Nitri
    Sulla Gazzetta del 4 agosto scorso, a pag. 15, è apparso un articolo a titolo “Fame di case tra gli sfollati. Porte chiuse agli stranieri”, a firma di Mauro Pinotti: riteniamo utile e opportuno intervenire per dare qualche elemento di chiarezza riguardo la normativa vigente in materia di compravendita immobiliare, con riferimento alla parità di trattamento per gli stranieri e per i cittadini UE nell’accesso all’alloggio e alle prestazioni socio-assistenziali connesse con il diritto all’abitazione.

  • Newsletter n.24/2012 – Il lungo viaggio verso la richiesta d’asilo28-06-2012

    di Elena Borghi
    Il Bologna-Verona delle 7,10 avrebbe potuto essere, anche questa mattina, un normale treno da pendolari.
    E invece non lo è stato. È bastato un ragazzo, forse ventenne, con la voce tranquilla, un inglese di fortuna e lo sguardo fermo, a trasformare quel vagone di prima mattina in un bruttissimo assaggio di certa italianità.

    Categorie:
  • newsletter n.24/2012 – migranti, diritti e identità28-06-2012

    di Elena Cesari
    L’immagine dei migranti che i media costruiscono, giorno dopo giorno, ha due facce complementari. La faccia xenofoba dell’invasione e della pericolosità sociale, e la faccia paternalistica o pietistica dell’indigenza, della mancanza di strumenti culturali per essere protagonisti delle proprie vite.

    Categorie:
  • Newsletter n.23/2012 – Pubblicate le linee guida per l’applicazione della carta di roma21-06-2012

    Sono state pubblicate in questi giorni le Linee guida per l’applicazione della Carta di Roma, il codice deontologico in vigore dal 2008, cui i giornalisti dovrebbero attenersi quando trattano di migranti, richiedenti asilo, rifugiati e vittime della tratta.

    Categorie:
  • newsletter n.19/2012 – legalità e dintorni. la quotidiana responsabilità della parola24-05-2012

    di Maria Bacchi
    Droga in casa, la madre fa la spia. I carabinieri trovano nella camera di un ragazzo un chilo di hashish e anfetamine e lo arrestano (Gazzetta di Mantova, 23/5).
    Fare la spia, ci insegnavano da bambini, è una cosa orribile e gli spioni sono sempre stati considerati degli ‘infami’. Il dizionario ci dice che il termine “è usato oggi in senso odioso. Colui che prezzolato riporta alla giustizia gli altrui delitti.

    Categorie:
  • Newsletter n.14/2012 – A regola d’Art319-04-2012

    di Elena Cesari
    Breve trafiletto in prima pagina su un furto in un’oreficeria di Mantova: Denunciato il ladro della gioielleria Basso in centro (Voce di Mantova, 12/4). Una semplice notizia di cronaca che non giustifica l’occhiello: “UNO STRANIERO”. In questo caso siamo, anche graficamente, a una vera e propria sovrapposizione fra straniero e ladro.

  • Newsletter N.12/2012 – A regola d’Art305-04-2012

    di Elena Cesari
    Abbiamo rilevato nel corso dell’ultima settimana un crescendo di articoli sui temi della sicurezza, legati a fatti gravi e realmente accaduti, ma spesso contrassegnati da un uso improprio di termini: presunzioni, approssimazioni, generalizzazioni che raramente trovano fondamento.

  • Newsletter N.6/2012 – Colpe e frustrazioni22-02-2012

    Ieri mattina un gruppo di africani, ospitati nella nostra provincia da oltre nove mesi a seguito della guerra in Libia, voleva andare in questura per chiedere chiarimenti sulla pioggia di risposte negative alla loro domanda di riconoscimento dello status di rifugiati. Si sono mossi con striscioni e cartelli senza avere fatto richiesta per l’autorizzazione a manifestare.

    Categorie:
  • Newsletter n.6/2012 – Rapporto ECRI su razzismo e intolleranza in Italia22-02-2012

    Pubblichiamo una breve sintesi del Rapporto ECRI (European Commission against Racism and Intolerance), che potete consultare per intero al seguente link, sulla situazione italiana in merito ai problemi di razzismo e intolleranza.

  • Appuntamenti – Primo marzo 2012 Sciopero degli ‘stranieri’16-02-2012

    Pubblichiamo un estratto dell’appello per l’iniziativa che si svolgerà il prossimo primo marzo, di cui potete trovare notizia sul blog primomarzo2010.blogspot.com

  • Newsletter n.4/2012 – morire clandestini in terra padana09-02-2012

    di Maria Bacchi
    Pal Surjit: un’altra storia di vite clandestine che emerge solo perché si conclude con la morte del protagonista, nella campagna mantovana lucente di ghiaccio.

    Categorie:
  • Newsletter n.3/2012 – Ancora sugli amori molesti02-02-2012

    di Angelica Bertellini ed Elena Cesari
    A Mantova un articolo pubblicato sulla Voce, Bengalese picchia la moglie e la fa finire al Poma (31/1), nel quale viene dato risalto alla nazionalità dell’aggressore della donna, viene ripreso e commentato su facebook da Luca de Marchi.

  • Newsletter n.1/2012 – Il minimo (in) comune19-01-2012

    di Elena Cesari

    Un sabato, non qualunque. Stazione di Firenze Rifredi. Scendo dal treno ed entro nel primo negozio aperto per mangiare qualcosa prima di immergermi nella folla.

    Categorie:
  • Newsletter n.43/2011 – Razzismo15-12-2011

    di Sandro Saccani

    Dobbiamo fare ammenda, riconoscere che ci eravamo illusi quando pensavamo, o speravamo, che il razzismo, sempre presente in ogni comunità, si mantenesse nei limiti di una sia pur disdicevole e disonorevole presa di posizione intollerante, ma non destinata a degenerare.

    Categorie:
  • Newsletter n.41/2011 – Breve cronaca di un Occidente sull’orlo del fallimento01-12-2011

    di Emilia Lazzarini
    I divieti di legge recentemente approvati in Francia e in Belgio sulla questione del velo islamico, e le tante proposte di legge sul tema in discussione al Parlamento italiano, per quanto giuridicamente aberranti, segnano un chiaro esempio della crisi, non tanto economica, che l’Europa attraversa.